Protocollo di screening della fibrillazione atriale in medicina generale



Per i partecipanti allo studio:
accedi da qui al sito FATA.

Questo studio clinico di tipo epidemiologico-osservazionale viene proposto da The Italian Stroke Forum a medici di medicina generale per valutare la prevalenza effettiva della fibrillazione atriale nella popolazione italiana che fa riferimento al proprio medico generale.
La fibrillazione atriale costituisce un serio fattore di rischio per l'ictus cerebrale soprattutto nei soggetti anziani, ma i dati finora disponibili in Italia sembrano indicare una prevalenza inferiore rispetto a quanto noto dagli studi epidemiologici internazionali (studio Framingham).

1. Obiettivi

Obiettivo primario:

Identificare i casi di FA misconosciuti, in modo da produrre le necessarie procedure di profilassi per l'ictus cardioembolico.

Obiettivi secondari:

Incentivare la medicina anticipatoria e d'iniziativa;
Identificare altre anomalie elettrocardiografiche asintomatiche;
Produrre un risparmio della spesa sanitaria, sia nella fase diagnostica che nell'azione preventiva;
Migliorare le relazioni con la medicina ospedaliera o specialistica.

2. Procedure

Quattrocento Medici di Medicina Generale statisticamente rappresentativi del territorio nazionale che sottopongono ad una visita medica con ascoltazione al torace, dell'azione cardiaca, tutti i loro assistiti di eta superiore ai 65 anni, in un periodo di due mesi.

I Medici Ricercatori dovranno compilare per ogni soggetto una scheda con alcuni dati semplici, ma indispensabili, dopodiche, se non si riscontra aritmia, la raccolta dati termina, in caso contrario, il paziente viene sottoposto ad una rilevazione obiettiva di un tracciato ECGrafico e si dovranno riempire altri campi in una parte successiva della suddetta scheda di raccolta dati.

La diagnosi ECGrafica della strip del ritmo potra essere fatta in modo autonomo dal Medico Ricercatore, oppure, quando da lui deciso, attraverso un dispositivo di rilevazione (Cardiotester).

Ogni Medico Generale partecipante alla ricerca deve potersi avvalere di:

Cardiotester con istruzioni per l'uso (fornito dall'organizzazione)
Supporto informatico standard con collegamento Internet per compilazione di una CRF e suo invio "on-line" al centro di raccolta dati, utilizzando il database Hypernet.

3. Comitato di progetto

Fanno parte del comitato di progetto:

Prof. Gianfranco Gensini
Prof. Cesare Fieschi
Dr. Augusto Zaninelli
Prof. Marco Trabucchi
Prof. Domenico Inzitari
Dr. Giuseppe Di Pasquale.

4. Per saperne di piu

L'organizzazione del progetto e affidata a Catel/Hyperphar Research
Clinical Project Manager: Dr.ssa Manuela Villa
Tel. 02 23958.227 - Fax 02 26680002 - e-mail: m.villa@hyperphar.com